sabato 11 dicembre 2010

Giambattista Bazzoni “Falco della rupe o la guerra di Musso“

Chi ben comincia è a metà dell’opera, dunque inizio con una buona notizia, ho disponibile una nuova copia del libro di Giambattista Bazzoni intitolato “Falco della rupe o la guerra di Musso“.

Come per l’esemplare proposto in precedenza, si tratta dell’edizione originale. Un raro romanzo storico, desiderio di molti collezionisti di storia locale della regione Lombardia, ambientato nell’alto Lario.

L’autore, Giambattista Bazzoni, nasce a Novara nel 1803 e muore a Milano 1850, magistrato, scrittore e patriota. Figlio di un notaio, si laureò in legge, presso l’Università di Pavia, il 12 dicembre 1825. Diviene magistrato nel 1831 e a seguito di questo incarico, inizialmente, si trasferisce a Gallarate, ora in provincia di Varese, e in seguito a Bergamo.

Si forma intellettualmente con il praticantato presso lo studio notarile dell’avvocato Dell’Acqua, dove venne in contatto con i più importanti letterati dell’epoca e ebbe l’opportunità di consultare i numerosi testi appartenenti alla biblioteca del suo datore di lavoro.

Risale al 1826, l’abilitazione all’insegnamento e il suo primo romanzo storico, intitolato “ Il castello di Trezzo”, dapprima pubblicato a episodi sulla rivista “Nuovo Ricoglitore” e l’anno successivo in tomo per l’editore milanese Stella.

Il successo lo conobbe con il suo secondo romanzo, intitolato “Falco della rupe o la guerra di Musso“, consenso che giovò anche al primo scritto, inizialmente passato inosservato.

Il secondo romanzo è ambientato sul Lago di Como, in un periodo dal 1531 al 1532, quando Gian Giacomo Medici, futuro marchese di Melegnano, era pirata in lotta al fianco del  duca di Milano Francesco Sforza. Il testo è ricco di particolari di carattere storico-geografico ed è preceduto da un’introduzione, composta da 24 pagine, nella quale si trova una significativa definizione del genere del romanzo storico. All’epoca della pubblicazione il romanzo riscosse un notevole successo, tanto che l'autore curò una ristampa nello stesso anno 1829, sempre con lo Stella, e un'altra, due anni dopo, presso i Classici Italiani.

L’episodio storico delle guerre di Musso si compone da una serie di battaglie tra Gian Giacomo Medici detto il Medeghino e la repubblica delle Tre Leghe che con diversi livelli di sudditanza deteneva il controllo dei contadi di Bormio e Chiavenna. Nel 1523 il Medeghino ottenne il comando del Castello di Musso, situato al confine dell’area di influenza delle Tre Leghe che occupavano Colico e le Tre Pievi di Dongo, Gravedona e Sorico.

Opere del Bazzoni
  • Il castello di Trezzo Milano, Stella, 1827
  • Falco della Rupe o la Guerra di Musso Milano, Stella, 1829
  • La bella Celeste degli Spadari Milano, 1832
  • Racconti storici Milano, Omobono Manini, 1832
  • Zagranella o una pitocca del Cinquecento Milano, Pirotta, 1845

Descrizione bibliografica della copia in vendita.

( Letteratura italiana Giambattista Bazzoni ) FALCO DELLA RUPE O LA GUERRA DI MUSSO Racconto storico di Giambattista Bazzoni autore del Castello di Trezzo Milano Presso Ant. Fort. Stella e figli Al verso del frontespizio Colle stampe di Giovanni Pirotta in Milano 1829 in 8° ( 21,8 x 14 cm ) ppgg 2nn,320 Antiporta figurato con una incisione originale stampata da una matrice in rame incisa da G. Terzaghi su disegno di Demarchi Mezza Pelle Coeva Al dorso in oro autore, parte del titolo e fregi Tagli spruzzati in azzurro

Vedi: Parenti. Rarità IV, pag. 156. Parenti. Rarità IV, pag. 156: "Edizione originale, rara". ICCU, TO0E\007731 registra due copie.

Per chi volesse leggere qualche parte, troverà l’intero testo, all’indirizzo:

http://www.archive.org/stream/falcodellarupeol00bazzuoft#page/n3/mode/2up



Nessun commento:

Posta un commento