giovedì 24 febbraio 2011

FERROVIA DELL’ALTA ITALIA, NAVIGAZIONE A VAPORE SUL LAGO MAGGIORE, TARIFFA PER LE CORSE SPECIALI,


Qualche curiosità sulla nascita della navigazione sul Lago Maggiore, il secondo lago per superficie in Italia, le cui sponde sono condivise tra la Svizzera e le province del Verbano-Cusio-Ossola, di Novara e Varese.

Il 15 febbraio 1826 venne varato a Locarno il battello “Verbano”, dando origine alla navigazione a vapore sul Lago Maggiore. Il lago, allora, era diviso fra il governo del Regno di Sardegna, l'Imperiale Regio Governo austriaco e lo Stato Elvetico.

Il notaio Francesco Medoni, di Arona, è l’autore del libro intitolato “ Viaggio sul Lago Maggiore ovvero la descrizione delle sponde del Verbano per comodità dei viaggiatori sul battello a vapore “. Descrive il battello a vapore, chiamato “ Verbano“, “come capace a contenere più di quattrocento persone, con molta quantità di mercanzia”, sospinto da “una macchina inglese a vapore, uscita dalla rinomata officina Soho, presso Birmingham, diretta dall’illustre Watt, della forza da 14 a 16 cavalli”. Sui tempi di percorrenza,impiegando sei ore per corsa, compreso il perditempo dell’imbarco e sbarco de’ forestieri, e mercanzie ai frequentissimi punti determinati. Sulle comodità, “ il viaggiatore troverà di che cibarsi a convenienti prezzi fissi dal trattore, e caffettiere appositamente stabilitovi; avrà anche con che ingannare il tempo nella lettura di varj giornali, o con qualche partita di giuoco, essendovi apprestati i necessarj mezzi”.

Quando il Lago Maggiore diverrà italiano e svizzero, il servizio sarà gestito alle Strade Ferrate dell'Alta Italia, che lo affiderà alla "Impresa di Navigazione sul Lago Maggiore", di proprietà dell'imprenditore Innocente Mangili di Milano.

E’ da questo punto che il foglio riprodotto si colloca nella storia della navigazione sul lago Maggiore

Il foglio è stampato al fronte, con la cartina, e al retro, con le tariffe per le corse speciali.

La cartina raffigura in color rosso le strade percorse dalle diligenze, si vede la tratta da Varese a Laveno; la tratta che dalla Svizzera arriva a Luino, passando dalla “ Via per Lugano “, posta fra le montagne sopra Dumenza e Cremenaga. Altre tratte sono quelle che, entro i confini svizzeri, arrivano a Magadino e Locarno, provenienti dal Passo del Gottardo e dal Passo del San Bernardino. Con provenienza dal Passo del Sempione arrivano due tratte che conducono a Pallanza e ad Arona.

In nero le strade ferrate, da Arona parte la linea per Novara, Genova e Torino; da Sesto Calende parte la linea per Milano, Firenze e Venezia; da Varese parte la linea per Milano, che incrocia, a Gallarate, la linea per Firenze e Venezia.

Altre indicazioni sono le stazioni dei piroscafi e i confini di stato.

Al retro del foglio troviamo l’intestazione FERROVIA DELL’ALTA ITALIA, NAVIGAZIONE A VAPORE SUL LAGO MAGGIORE, TARIFFA PER LE CORSE SPECIALI. La navigazione a Vapore richiedeva che la percorrenza fosse suddivisa ad intervalli di due, tre, sei e dodici ore; il tempo era calcolato partendo dalla stazione dei piroscafi di Arona. La flotta era composta da sette piroscafi, tre con capienza di trecento persone, erano il San Bernardo, Il San Gottardo e il Lucomagno ( ? ), il Ticino portava duecento persone, il San Carlo centocinquanta, il Sempione ottanta e il Paleocapa trenta, con quest’ultimo piroscafo la corsa poteva venir sospesa quando le condizioni atmosferiche non erano favorevoli.




FERROVIA DELL’ALTA ITALIA, NAVIGAZIONE A VAPORE SUL LAGO MAGGIORE, CARTINA STAMPATA A TRE COLORI IN LITOGRAFIA DALLA TIP. E LIT. ZANABONI VIA SAN ZENO 10 MILANO, CON INDICAZIONE  DELLE STRADE PERCORSE DALLE DILIGENZE, FERRATE, STAZIONI DEI PIROSCAFI E DELLA FRONTIERA CON LA SVIZZERA. DIMENSIONI DEL FOGLIO 26,2 X 19 CM

FERROVIA DELL’ALTA ITALIA, NAVIGAZIONE A VAPORE SUL LAGO MAGGIORE, TARIFFA PER LE CORSE SPECIALI, TABELLA STAMPATA IN COLOR NERO DALLA TIP. E LIT. ZANABONI VIA SAN ZENO 10 MILANO, CON INDICAZIONE  DELLE TARIFFE DELLE CORSE CON DILIGENZE, FERRATE, STAZIONI DEI PIROSCAFI E DELLA FRONTIERA CON LA SVIZZERA. DIMENSIONI DEL FOGLIO 26,2 X 19 CM

Altri documenti e libri sulla storia locale delle provincie del Verbano-Cusio-Ossola, di Novara e di Varese sono disponibili in http://www.maremagnum.eu/

Nessun commento:

Posta un commento