domenica 13 marzo 2011

La tradizione milanese del “El Tredesin de Marz”


Per chi non conosce il dialetto milanese, Il tredicesimo giorno del mese di marzo, ad indicare, sia una “pietra scolpita” che il giorno in cui, a Milano, questa sasso è ricordato e riportato a nuova gloria. In questa festività, una croce in legno, è collocata nel foro centrale e viene celebrata una Messa solenne.

La pietra, di forma rotonda, con tredici scanalature radiali e foro centrale è custodita, incastonata nel pavimento, nella navata centrale, della chiesa intitolata a Santa Maria al Paradiso a Milano, in corso di Porta Vigentina al civico 14.

Appena sotto al manufatto è collocata una lapide, in marmo bianco, ove si illustra la leggenda che ha motivato, fatto custodire, con grande cura, e mai permesso di collocare nel magazzino di qualche museo questa scultura.

“ Il tredici marzo del cinquantaduesimo anno del Signore, S. Barbara Apostolo nel mentre predicava ai milanesi in Vangelo di Cristo, non lungi dalle mura di via marina, a porta orientale, in questa pietra rotonda piantò il vessillo della Croce “





IN ACCORDO CON LA LEGGE 22/04/1944 NUMERO 633, CONSOLIDATA NEL 2008, SULLA PROPORUETA INTELLETTUALE, L’INTERO CONTENUTO DI TESTI, IMMAGINI E SUONI PUBBLICATO IN http://maremagnumeu.blogspot.com/ E’ PROPRIETA’ PRIVATA, SALVO QUANDO DIVERSAMENTE SPECIFICATO. NE SONO STRETTAMENTE PROIBITI, LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, E QUALUNQUE ALTRO USO SENZA ESPLICITA AUTORIZZAZIONE. OGNI ABUSO SARA’ PERSEGUITO A NORMA DELLE LEGGI VIGENTI.

Nessun commento:

Posta un commento