venerdì 11 marzo 2011

SACRO MONTE DI VARESE 2


152 Su questo monte, reso sacro dalla B. Vergine, e da tanti Santi ivi concorsi, già stavano alcune pie femmine a condurvi solitaria vita, e penitente, quando la giovane Catterina Moriggia, o come altri afferma, Ruffini da Pallanza, dopo una visione da gravi autori riferita, che a quel Santuario la chiamava, visitò nel 1452 quelle eremite, e con loro si trattenne alcuni dì; attaccate poi esse da pestilenzial morbo, Catterina vi ritornò ad assisterle, ma nessuna di loro sopravvisse, anzi ne rimase infetta ella medesima, che col divino ajuto riavutesi, su quel monte fissò la stabile dimora; a lei poscia si unirono Giuliana Puricelli di Cassina Verghera dipendente da Busto Arsizio, Benedetta da Biumo-superiore, ed altre Vergini, sicchè nel 1476, mediante la cessione che l’arciprete Gasparino Porro fece a quelle pie donne dè fondi della arcipretura, il loro ritiro fu eretto in monastero sotto la Regola ambrosiana si S. Agostino, e sotto la direzione dell’arciprete del Santuario, cui nel 1517 venne sostituito un vicario curato mercenario, che l’Arcivescovo S. Carlo nel 1583 ordinò in titolo parrocchiale col padronato alle monache, imponendo al curato l’obbligo del coro, e di confessare i forestieri.

Tratto da Giuseppe Ghirlanda Compendiose notizie di Varese e de' luoghi adiacenti compreso il santuario del Monte Milano Cesare Orena nella stamperia Malatesta 1817


Per approfondimenti 


Pio Bondioli STUDI E RICERCHE INTORNO ALLA BEATA GIULIANA DA BUSTO ARSIZIO Busto Arsizio Giovanni Milani & Nipoti 1927
Visita http://www.maramagnum.eu/

Nessun commento:

Posta un commento