mercoledì 6 aprile 2011

CONTINUANDO A PARLARE DEL FALSO IN ARTE

Continuando a parlare del falso in arte,

“ Se i metodi di indagine del falso sono vecchi come la produzione dei falsi, non si può prescindere dall’occhio umano, che quando si avvale di una mente colta e ben informata, può essere perfettamente in grado di individuare il falso. “

“ E’ sorprendente constatare come l’occhio umano possa con facilità individuare dei particolari in contrasto, non appartenenti allo stile e all’epoca a cui si vorrebbe l’attribuzione, che se non apposti all’originale in un secondo tempo, portano ad un ovvia conclusione “.

“ L’indagine sul certificato che accompagna l’opera, il puntuale controllo dei riferimenti e le ricerche possono avvallare sospetti che sgorgano in lampanti prove di falso “.

“ domandiamoci il perché una volta dimostrata la falsità di un oggetto artistico, questo viene scartato o condannato, quello che prima era ammirato, ora, a seguito del nuovo stato, viene escluso dall’esposizione e il suo posto è preso da un altro oggetto che si presume “autentico fino a prova contraria! ”.

“ Questo si può motivare, da una parte, certamente per l’ipocrisia insita negli uomini, ma anche e soprattutto perché un oggetto dichiarato falso cambia il suo stato e si instaura un nuovo metodo di giudizio. Nella nuova situazione gli elementi positivi e negativi cambiano di valore, le qualità mutano e se sulle valutazioni estetiche si può chiudere un occhio, ricercando un palato meno fino, non è certo la stessa sulla valutazione monetaria, Lo stesso avviene nel caso opposto, quando l’oggetto d’arte da falso, copia, cerchia, scuola passa alla certezza dell’autore. “



IN ACCORDO CON LA LEGGE 22/04/1944 NUMERO 633, CONSOLIDATA NEL 2008, SULLA PROPRIETA’ INTELLETTUALE, L’INTERO CONTENUTO DI TESTI, IMMAGINI E SUONI PUBBLICATO IN http://maremagnumeu.blogspot.com/ E’ PROPRIETA’ PRIVATA, SALVO QUANDO DIVERSAMENTE SPECIFICATO. NE SONO STRETTAMENTE PROIBITI, LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, E QUALUNQUE ALTRO USO SENZA ESPLICITA AUTORIZZAZIONE. OGNI ABUSO SARA’ PERSEGUITO A NORMA DELLE LEGGI VIGENTI.

Nessun commento:

Posta un commento