domenica 15 maggio 2011

PER CHIUDERE UNA PORTA E APRIRE UN PORTONE

Dedicato a te, S., per cercare di far chiarezza, creando altra confusione e nient’altro !

Quando si vive di sensazioni, di momenti futuri che riesci a percepire prima che avvengano, tutto diventa anomalo, quasi ti viene negata la sorpresa, la gioia del momento in cui un desiderio si avvera, forse è solo pazzia, qualche strano gioco che chissà per quale ragione io vivo e che si manifesta nel presente, ai miei occhi, ma che si rivolge al futuro. Un momento del quotidiano che viene modificato, il presente che diviene palcoscenico per il futuro, lo vedi, è reale, sai che è e sarà così, ti devi semplicemente fidare !

E’ raro, ma è successo, succede e si ripeterà.

Il tempo, il suo concetto e valore si modificano, la sua misura perde di ragione, non ha più importanza, è solo una citazione sterile. Cosa serve un orologio se dà un dato che non ti aiuta ? aumenta le difficoltà, fornisce un riferimento che non è tale, proprio di un mondo che vivi solo per contingenza. Non sarebbe più adatto un orologio con un quadrante non diviso in ventiquattro ore, dodici per il giorno e dodici per la notte. Non ho idea, forse ne servirebbero di più. forse di meno, certamente non tutte uguali, di sessanta minuti, è troppo semplice, così scontato, umano, banale e noioso.

Dove trovare la conferma che quello che hai intuito non possa nuovamente variare, ritornare un nuovo forse, smettere di rappresentare una risposta certa.

In questo punto una certezza c’è, varia solo se tu lo vuoi, se tu, con tutta la tua energia lo desideri, ma non più di tanto, di molto, ma anche completamente, non come tu vorresti, o come il tuo desiderio vuole.







IN ACCORDO CON LA LEGGE 22/04/1944 NUMERO 633, CONSOLIDATA NEL 2008, SULLA PROPRIETA’ INTELLETTUALE, L’INTERO CONTENUTO DI TESTI, IMMAGINI E SUONI PUBBLICATO IN http://maremagnumeu.blogspot.com/ E’ PROPRIETA’ PRIVATA, SALVO QUANDO DIVERSAMENTE SPECIFICATO. NE SONO STRETTAMENTE PROIBITI, LA RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, E QUALUNQUE ALTRO USO SENZA ESPLICITA AUTORIZZAZIONE. OGNI ABUSO SARA’ PERSEGUITO A NORMA DELLE LEGGI VIGENTI.

2 commenti:

  1. Carissimo Luca, leggo e rileggo... E' bellissimo!

    Ti lascio una strofa di una poesia di Alda Merini.

    " Devo liberarmi del tempo e vivere il presente, giacche’ non esiste altro tempo che questo meraviglioso istante ".

    RispondiElimina
  2. Anche se non so chi tu sia, ti ringrazio, La Merini era una donna fantastica, ho sempre nelle mie orecchie queste sue parole

    Non ho bisogno di denaro.
    Ho bisogno di sentimenti,
    di parole, di parole scelte sapientemente,
    di fiori detti pensieri,
    di rose dette presenze,
    di sogni che abitino gli alberi,
    di canzoni che facciano danzare le statue,
    di stelle che mormorino all' orecchio degli amanti.
    Ho bisogno di poesia,
    questa magia che brucia la pesantezza delle parole,
    che risveglia le emozioni e dà colori nuovi.

    RispondiElimina